Settimana Liturgica

.

(13 – 18 maggio) Liturgia delle Ore: IV Settimana

.

13 L L’anima mia ha sete di Dio, del Dio vivente. Gesù, come un pastore, indica il legame con le sue pecorelle: Egli le conosce una ad una ed esse riconoscono la sua voce fra i mille frastuoni del mondo. B.V. Maria di Fatima (m.f.); B. Maddalena Albrici; B. Gemma. At 11,1-18; Sal 41,2-3; 42,3-4; Gv 10,1-10.

14 M S. Mattia apostolo. Festa (rosso). Il Signore lo ha fatto sedere tra i prìncipi del suo popolo. Rimanere nell’amore del Signore è obbedire ai suoi comandi: è un rimanere che mette in movimento perché il Vangelo sia annunciato a tutti. S. M. Domenica Mazzarello; Ss. Giusta e Eredina. At 1,15-17.20-26; Sal 112,1-8; Gv 15,9-17.

15 M Ti lodino i popoli, o Dio, ti lodino i popoli tutti. Il grido di Gesù ci scuote: credere in Cristo è credere al Padre. A gran voce il Signore lo proclama, perché è Lui l’unico rivelatore del Padre. S. Severino delle Marche; S. Isidoro contadino; S. Ruperto. At 12,24 – 13,5; Sal 66,2-3.5-6.8; Gv 12,44-50. Madonna delle Spighe

16 G Canterò in eterno l’amore del Signore. Non c’è che una strada per essere discepoli: imitare la persona di Cristo, essere pronti a servire, a “lavare i piedi” dei fratelli. Qui sta la nostra beatitudine: servire per essere dalla parte di Dio. S. Ubaldo; S. Luigi Orione; B. Simone Stock. At 13,13-25; Sal 88,2-3.21-22.25.27; Gv 13,16-20.

17 V Tu sei mio figlio, oggi ti ho generato. Nelle prove della vita il Signore continua a ripeterci di non essere turbati: egli ci assicura che c’è un posto preparato per noi. S. Pasquale Baylon; S. Giulia Salzano; B. Antonia Mesina. At 13,26-33; Sal 2,6-11; Gv 14,1-6.

18 S Tutti i confini della terra hanno veduto la vittoria del nostro Dio. Gesù Cristo ci rivela il mistero del Dio invisibile: è solo in lui che lo possiamo vedere e incontrare. Il Signore è il sacramento del Padre, perché rende visibile al mondo Colui che nessuno ha mai visto. S. Giovanni I (m.f.); S. Felice da Cantalice; B. Blandina. At 13,44-52; Sal 97,1-4; Gv 14,7-14.

19 D V Domenica di Pasqua / C (S. Pietro Celestino) At 14,21b-27; Sal 144,8-13; Ap 21,1-5a; Gv 13,31-33°-35

.

Grado Liturgico:
S=Solennità F=Festa M=Memoria
MF=M.Facoltativa Festa Mariana Giornata Sociale