San Gabriele Arcangelo

Etimologia: Gabriele uomo di Dio, dall’assiro o forza, fortezza di Dio, dall’ebraico

Gabriele (Forza di Dio) è uno degli spiriti che stanno davanti a Dio (Lc 1, 19), rivela a Daniele i segreti del piano di Dio (Dn 8, 16; 9, 21-22), annunzia a Zaccaria la nascita di Giovanni (Lc 1, 11-20) e a Maria quella di Dio (Lc 1, 26-38). Il nuovo calendario ha riunito in una sola celebrazione i tre arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele, la cui festa cadeva rispettivamente il 29 settembre, il 24 marzo e il 24 ottobre. S. Gabriele è l’angelo dell’Incarnazione e forse dell’agonia nel giardino degli ulivi; S. Raffaele è la guida dei viandanti.
S. Gabriele, “colui che sta al cospetto di Dio” (è il suo “biglietto di presentazione ” quando si reca ad annunciare a Maria la sua scelta come madre del Redentore), è l’annunciatore per eccellenza delle divine rivelazioni. E’ lui che spiega al profeta Daniele come avverrà la piena restaurazione, dal ritorno dall’esilio all’avvento del Messia. A lui è affìdato l’incarico di annunciare la nascita del precursore, Giovanni, figlio di Zaccaria e di Elisabetta. La missione più alta che mai sia stata affìdata ad una creatura è: l’annuncio dell’Incarnazione del Figlio di Dio. Egli gode per questo di una particolare venerazione anche presso i maomettani.

PREGHIERA A SAN GABRIELE ARCANGELO

«O glorioso Arcangelo S. Gabriele, io condivido la gioia che pro vasti nel recarti quale celeste Messaggero a Maria, ammiro il ri spetto con cui ti presentasti a lei, la devozione con cui la saluta sti, l’amore con cui, primo fra gli Angeli, adorasti il Verbo Incarna to nel suo seno e ti prego di ottenermi di ripetere con gli stessi tuoi sentimenti il saluto che allora rivolgesti a Maria e di offrire con lo stesso amore gli ossequi che allora presentasti al Verbo fatto Uomo, con la recita del Santo Rosario e dell’Angelus Domini». Amen.

Orazione a S. Gabriele Arcangelo protettore delle tecniche audiovisive

O Padre celeste, ti ringrazio per aver scelto tra gli angeli san Gabriele a portare l’annunzio dell’Incarnazione e Redenzione del l’umanità. Maria accolse con fede l’annunzio, ed il tuo Figlio s’incarnò e, morendo sulla croce, redense tutti gli uomini. La maggior parte di essi però non ha ancora ricevuto il messaggio della salvezza e vive nelle tenebre.

_________________________

San Gabriele, protettore delle tecniche audiovisive, cinema, ra dio e televisione, supplica il Maestro Gesù perché con questi potenti mezzi la Chiesa possa, al più presto, predicare la verità divina da credere e indicare la via da seguire.

Che questi doni di Dio servano all’elevazione e alla salvezza di tutti.

Che mai queste tecniche siano adoperate per l’errore e la rovina delle anime!

Che ogni uomo accolga docilmente il messaggio di Gesù Cristo.

San Gabriele, prega per noi e per l’apostolato delle tecniche audiovisive. Amen.

(don G. Alberione)
Invocazione a S. Gabriele

PREGHIERA

Dio che fra tutti gli angeli
scegliesti l’arcangelo Gabriele per annunciare il mistero della tua Incarnazione,
nella tua bontà concedi a noi che celebriamo la sua festa sulla terra
di godere della sua protezione in cielo,
o Dio che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Fonte: LITURGIA AMBROSIANA

San Gabriele Arcangelo,
angelo dell’Incarnazione,
apri le nostre orecchie agli appelli del Signore,
facci attenti ai suoi Messaggeri.
Aiutaci a comprendere la Parola di Dio
così da poterla seguire
e compiere ciò che Egli vuole da noi,
nella nostra vita.
Aiutaci ad essere anche noi “angeli”
per tutti coloro che incontriamo.
Insegnaci a sentirci responsabili
di tutti e di ciascuno dei nostri fratelli
perchè possiamo, un giorno,
giungere tutti insieme nel Regno di Dio”.

Il protettore di tutti i bambini fin dal grembo materno.
Condividi con noi le tue luci
colmaci della saggezza divina e dell’amore celeste,
perchè possiamo comprendere e accompagnare
correttamente le anime che ci è dato educare.
Guida e proteggi gli orfani, i fanciulli e i giovani
specialmente quelli che soffrono
Amen

NOVENA A SAN GABRIELE ARCANGELO

(Da recitarsi per nove giorni consecutivi: a partire dal 20 settembre o dal 15 marzo; o tutte le volte che si desidera esprimere la propria devozione a san Gabriele arcangelo o si desidera chiedere una grazia).
Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

O Dio vieni a salvarmi
O Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli, nei secoli. Amen.

Credo in Dio Padre Onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocefisso, morì e fu sepolto. Discese agli inferi, il terzo giorno è resuscitato secondo le Scritture. E’ salito al cielo, siede alla destra del Padre e di nuovo verrà nella gloria per giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa chiesa Cattolica, la Comunione dei Santi, la remissione dei peccati, la resurrezione della carne, la vita eterna. Amen.
(Le formule e orazioni riportate sopra vanno recitate ogni giorno, come inizio della preghiera)

PRIMO GIORNO
Per quella gloria che vi distingue fra tanti vostri compagni, o grande arcangelo S. Gabriele, essendo voi uno dei sette che stanno continuamente davanti al trono dell’Altissimo, ottenetemi la grazia che io cammini sempre alla divina presenza, affinché i miei pensieri, le mie parole, le mie azioni altro non abbiamo di mira che la pura gloria di Dio. Gloria.

SECONDO GIORNO
Per quel santo giubilo che sentiste, o glorioso arcangelo S. Gabriele, nell’essere inviato sulla terra annunciatore del mistero più consolante, cioè l’Incarnazione del Verbo e l’Universale Re denzione, ottenetemi la grazia che io non mi gonfi mai tra gli onori, né mi smarrisca tra le umiliazioni, ma sappia di tutto servir mi secondo i disegni di Dio, i quali non hanno altro scopo che la mia e la comune santificazione. Gloria.

TERZO GIORNO
Per quell’ineffabile allegrezza che voi provaste, o glorioso Arcangelo S. Gabriele, nel presentarVi in Nazaret a Maria, la più privilegiata e la più santa fra tutte le figlie d’Eva, ottenetemi la grazia ch’io le professi costantemente una singolarissima devo­zione, e mi occupi a tutto potere nell’accrescere il numero dei suoi devoti, e nel promuovere il suo culto, al fine di partecipare a quella beatitudine che è parzialmente promessa ai suoi sinceri veneratori. Gloria.

QUARTO GIORNO
Per quell’insolito gaudio che v’inondò, o glorioso arcangelo S. Gabriele, nel preconizzare Maria come la piena di grazia, la benedetta fra tutte a divenir madre del Verbo, ottenetemi, vi pre go, che amando ad imitazione della SS. Vergine, il ritiro e la pre ghiera, meriti di essere distinto anche in terra con particolari be nedizioni. Gloria.

QUINTO GIORNO
Per quell’improvviso stupore che vi comprese, o glorioso arcangelo San Gabriele, quando vedeste la SS. Vergine contur barsi alle vostre magnifiche parole, ottenetemi, vi prego, un affet to costante alla santa umiltà, che è il fondamento e il sostegno di tutte le virtù. Gloria.

SESTO GIORNO
Per quella straordinaria venerazione che per Maria concepi ste, o glorioso arcangelo S. Gabriele, quando la vedeste più pron ta a rinunziare l’onore della divina maternità che la perpetua con servazione della propria verginità, ottenetemi, vi prego, la risoluzione e il coraggio di rinunziare a tutti i piaceri e a tutte le gran dezze del mondo, anzicché violare minimamente le promesse fatte al Signore. Gloria.

SETTIMO GIORNO
Per quell’ammirabile benignità onde voi, o glorioso arcange lo S. Gabriele, dissipaste tutti i timori che agitavano il cuore di Maria quando si sentì da voi annunciare per madre, sgombraste vi prego, la mia mente da tutte le illusioni con cui il principe delle tenebre si sforza di impedire la cognizione chiara e precisa delle verità che tornano indispensabili al conseguimento della salute. Gloria.

OTTAVO GIORNO
Per quella generosa prontezza con cui la SS. Vergine cre dette a tutte le vostre parole, o glorioso arcangelo S. Gabriele, e consenti alla proposta di divenir madre del Verbo, e corredentrice del mondo, ottenetemi, vi prego, la grazia che mi uniformi sem pre spontaneamente alla volontà dei miei superiori, e porti sem pre con allegria quella mistica croce di patimenti che piacerà a Dio di addossarmi. Gloria.

NONO GIORNO
Per quella gioia infinita che inondò insieme tutti i cuori dei giusti nel Limbo, degli angeli nel Paradiso e degli uomini sulla ter ra, quando riportando voi, o glorioso arcangelo S. Gabriele, al trono della SS. Trinità il consenso della SS. Vergine, discese il Verbo del Padre nel di Lei seno, ove, per opera dello Spirito Santo, si vestì delle nostre miserie, ottenetemi, vi prego, la grazia che io cammini fedelmente dietro gli esempi luminosissimi che di tutte le virtù venne a darci questo Unigenito incarnato, affinché, dopo averlo seguito per la strada dei dolori, giunga con Lui a salire il monte misterioso della visione sempiterna. Gloria.

Tratto da: “Preghiere dei Cristiani ai Santi Angeli di Dio”. Don Marcello Stanzione Milizia di S. Michele